Stasera mi è ricapitato tra le mani l’Hakagure, o libro segreto dei samurai… sorvoliamo sul titolo italiano, visto che di segreto il libro non ha niente. E’ un estratto di un’opera di undici volumi, scritti da Yamamoto Tsunetomo, o meglio da un suo allievo che ne ha riportato fedelmente i pensieri e i dialoghi. Ve ne regalo un paio, non li commento perché è inutile, ognuno ci legga quello che vuole… il percorso che porta alla ricerca del loro senso è sicuramente più importante che non il significato stesso, che per ognuno può variare…

Yasuda Ukyo fece il seguente commento a proposito dell’ultimo biscchiere di sakè che si offre: "Solo la fine delle cose è importante".
La vita dovrebbe rispecchiare sempre questo insegnamento. Quando gli ospiti se ne vanno, è importante congedarsi a malincuore, altrimenti si rischia di sembrare stanchi e tutto il piacere della giornata viene meno. I nostri rapporti con gli altri devono essere improntati alla gioia.
(II, 29)

Nel quartiere di Edo si usa una specie di cestino da pranzo intrecciato, che viene adoperato un solo giorno nelle passeggiate primaverili. Al ritorno lo si getta via calpestandolo. La fine è importante in tutte le cose. (II, 38)

Buonanotte e buoni sogni a tutti… 🙂

Advertisements