Ambrogio Sparagna fa un gran casino e ci mette energia, sul palco, è quel casino che non ti fa star fermo, devi battere le mani, i piedi, devi saltellare… insomma qualcosa devi muovere a ritmo, perché la pizzica non perdona… Certo è poco adatta al teatro, con i posti a sedere e l’orchestra… la taranta vuole vedere la gente in piedi, scalmanarsi e dimenarsi al ritmo dei tamburelli e degli organetti, dei violini e dei mandolini… e per questo aspetto con ansia di andare a Melpignano questo 26 agosto, per sentirla nelle piazze e per le strade, per ballarla tutta al notte e arrivare stremato all’alba… ^_^
Advertisements