Quartiere di Roma, non proprio nel cuore ma nella parte un po’ più povera… tra Porta Maggiore e Ponte Casilino… un posto genuino, dove c’è ancora la trattoriola romana con le sedie in legno, il negozio di "Vini e Oli"… una via di mezzo tra S. Lorenzo e un centro sociale all’aperto…
Arrivo lì per il compleanno di un’amica, non conosco nessun’altro… ma non c’è nessuno da conoscere, e tutti… ogni tanto passa qualcuno, saluta, si ferma a chiacchierare, condivide un brindisi e un bicchiere di vino, quattro chiacchiere e poi torna sulla sua strada (non aveva fretta… nessuno ha fretta evidentemente). La confidenza arriva prima ancora di conoscersi per nome… una ragazza inizia a fare sculture di palloncini e le regala a tutto il quartiere… è il suo lavoro ma stasera si rilassa…
Torno a casa, senza fretta, con un fiore di palloncini.
Advertisements